ia2023

Garante privacy apre un’indagine sulla raccolta di dati personali on line per addestrare gli algoritmi

L’iniziativa è volta a verificare l’adozione di misure di sicurezza da parte di siti pubblici e privati
Il Garante per la protezione dei dati personali ha avviato una indagine conoscitiva sui siti internet pubblici e privati per verificare l’adozione di idonee misure di sicurezza adeguate ad impedire la raccolta massiva (webscraping) di dati personali a fini di addestramento degli algoritmi di intelligenza artificiale (IA) da parte di soggetti terzi.

Continua la lettura sul sito Web del Garante.

(il testo è ripreso dal comunicato stampa del Garante)